giovedì 2 ottobre 2008

Il pane per la ricerca

A quelli che dicono che si stava meglio quando si stava peggio.
A quelli che dicono che i giovani di oggi hanno tutto, mica come un tempo...
A quelli che benpensano, a quelli che ignorano, a quelli che sanno e tacciono per il quieto vivere.



(clicca sull'immagine per leggere l'articolo)

1 commento:

CALANTA ha detto...

Fai bene a diffondere queste notizie. Un Paese senza Ricerca e personale qualificato è un paese destinato a morire.
Avrei tante cose da dire anche per quanto riguarda il settore dell'insegnamento nelle scuole ma preferiso associarmi alla tua protesta, aggiungendo semplicemente che la nostra (25-35) è la generazione degli illusi.
Ti lascio con un post che scrissi un po' di tempo fa, almeno nella prima parte c'è tutto il sentimento di disillusione che provavo e che provo tuttora:
http://intothecellar.blogspot.com/2008/02/infinito-presente-1-persona-singolare.html

(abbi pazienza, non sono brava con l'html e non riesco a rendertelo cliccabile direttamente)

Un saluto solidale.
Calanta